Dove si buttano le lenti a contatto?

Le lenti a contatto, una volta trascorso il periodo di tempo indicato sulla confezione, non vanno più indossate perché potrebbero mettere a rischio la salute dei vostri occhi. Ma quando non possiamo più usarle, dove si buttano le lenti a contatto?

Le lenti a contatto sono un prezioso strumento di correzione visiva che ci accompagna durante la nostra quotidianità. Sostituirle nel rispetto del tempo di durata indicato è un gesto fondamentale per la salute dei nostri occhi. Sono quindi molti i portatori, soprattutto coloro che utilizzano le lenti usa e getta e che tutti i giorni devono preoccuparsi dello smaltimento delle lenti a contatto, che si chiedono quali regole seguire per fare centro nel cestino dei rifiuti giusto.

In Italia la tematica del riciclo è sempre più importante, per questo abbiamo deciso di dedicare spazio ad alcune indicazioni su come gettare via correttamente tutti i componenti della confezione nel rispetto dell’ambiente.

riciclare lenti a contatto
Le lenti a contatto non sono biodegradabili. Gettatele nella raccolta dell’indifferenziata.

Il percorso di smaltimento

Un pacchetto di LAC è costituito da una confezione esterna che è generalmente fatta di cartoncino. Questa può essere interamente riciclata e gettata quindi nel cestino della carta.

Le lentine sono poi immerse all’interno del liquido per la conservazione dentro ad un blister. Il liquido di mantenimento può essere versato nel lavandino senza alcun problema. Il blister invece è costituito da una parte inferiore in plastica, che va ovviamente gettata nel bidone apposito e una parte superiore composta da una linguetta di alluminio. In questo caso dovrete rifarvi al regolamento della città in cui vi trovate: alcuni comuni infatti lo smaltiscono insieme al vetro, altri lo raccolgono insieme alla plastica; in ogni caso ricordatevi che può essere riciclato!

Fino a qui nessun problema, ma dove si buttano le lenti a contatto vere e proprie? Ogni lente non è costituita da un unico materiale, ma da diversi componenti che non sono biodegradabili, per questo motivo non è ancora possibile riciclarle. Molti dopo averle tolte hanno l’abitudine di gettarle nel wc o nello scarico del lavandino, senza pensarci troppo. Non fatelo, non è corretto! Le lenti a contatto vanno infatti gettate nell’apposito bidone per la raccolta del secco/indifferenziato.

E per quanto riguarda il portalenti? Per prevenire la contaminazione di batteri è buona norma cambiarlo ogni mese. Solitamente il portalenti è in polipropilene, che nella maggior parte dei casi viene gettato nei contenitori della plastica, anche se alcuni comuni tendono a riciclarlo separatamente. Ricordatevi che la soluzione per la pulizia, disinfezione e conservazione delle lenti a contatto non deve mai essere riutilizzata, ma sostituita quotidianamente. Il liquido può essere versato nel lavandino.

 

Grazie per aver letto il nostro articolo!

Sei un nuovo cliente? Usufruisci di uno sconto di 5€ sul tuo primo ordine!

cta-per-blog

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Sommario